Dettagli Progetti e Finanziamenti

Late onset Lysosomal Storage Disorders (LSDs) in the differential diagnosis of neurodegenerative diseases: development of new diagnostic procedures and focus on potential pharmacological chaperones (PCs)

LYSOLATE

Finanziamento del: Regione Toscana  
Calls: BANDO RICERCA SALUTE 2018
Data inizio: 2020-07-17  Data fine: 2025-01-16
Budget totale: EUR 720.000,00  Quota INO del budget totale: EUR 100.000,00
Responsabile scientifico: Amelia Morrone    Responsabile scientifico per INO: Calamai Martino

Principale Organizzazione/Istituzione/Azienda assegnataria: Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer di Firenze

altre Organizzazione/Istituzione/Azienda coinvolte:
AOU Careggi
USL Toscana Centro
Universitá di Firenze

altro personale INO coinvolto:

Credi Caterina
Capitini Claudia
Cicchi Riccardo


Abstract: Le malattie da accumulo lisosomiale (LSD) sono malattie monogeniche rare o ultra rare. La loro incidenza è probabilmente sottostimata e la diagnosi è spesso ritardata o può essere persa perché molti sintomi sono di carattere generale, non specifico. Negli adulti, diversi disturbi neurodegenerativi comuni (morbo di Parkinson, morbo di Alzheimer) possono presentare sintomi simili agli LSD.
L’obiettivo principale di questo progetto è caratterizzare i sintomi delle malattie neurodegenerative che si sovrappongono agli LSD a insorgenza tardiva, in modo che i trattamenti disponibili possano essere introdotti prima che il deterioramento neurologico progredisca.
Lo scopo dell’unità CNR è sviluppare nuovi metodi per la diagnosi di alcuni LSD. È stato dimostrato che una cattiva regolamentazione dei contenuti GM1 è direttamente coinvolta nelle malattie di Hungtinton e di Parkinson. Un test diagnostico per misurare i livelli di ganglioside GM1 nel sangue periferico rappresenta un potenziale strumento diagnostico per una serie di malattie neurodegenerative comuni. La riprogrammazione e la differenziazione di cellule staminali pluripotenti indotte in neuroni ottenuti da fibroblasti di pazienti con LSD porterà allo sviluppo di uno strumento per valutare qualsiasi terapia per malattie neurodegenerative.

gdpr-image
This site uses cookies. If you decide to continue browsing we consider that you accept their use. For more information about cookies and how to delete them please read our Info Policy on cookies use.
Read more